Come sviluppare la business partnership tra finance e le unità operative utilizzando una metodologia innovativa e strutturata.

0

Come sviluppare la business partnership tra finance e le unità operative utilizzando una metodologia innovativa e strutturata.

Nel 2019 la Direzione Planning & Control di Edison ha lanciato il programma CUP 2020 – Controlling Upgrade Program – con il duplice obiettivo di potenziare l’efficacia della Direzione stessa e di renderla sempre più vicina al Business per rispondere alle nuove sfide dell’azienda.

Allo stesso tempo era importante avere una maggiore integrazione tra le diverse Divisioni e una più profonda comprensione degli obiettivi reciproci, delle criticità, dei vincoli e delle opportunità per poter lavorare in modo efficace.

Abbiamo deciso di utilizzare una metodologia di innovazione, nata per lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, e utilizzata anche per innovare processi e business model. Avevamo bisogno infatti di idee nuove, in qualche caso anche dirompenti per la nostra realtà e di un approccio che non fosse necessariamente figlio delle esperienze dei manager dell’azienda.

Per questo motivo abbiamo valutato il FORTH, una metodologia che, ha, a mio parere, una serie di vantaggi:

  • Esce dalla logica dell’innovazione come frutto di processi Top Down o, in alternativa, Bottom Up perché integra i due approcci; l’obiettivo di innovazione è definito insieme al Top Management e vede il coinvolgimento operativo di due team interfunzionali: il Core Team e l’Extended Team, composti entrambi da rappresentanti sia del finance che delle aree operative;
  • È articolata in workshop che seguono una pianificazione e una struttura definiti. Sapevamo quando sarebbe finito il progetto e quanto sarebbe costato fin dall’inizio. Questo ci ha permesso di arrivare a risultati concreti e implementabili nel giro di soli 4 mesi;
  • C’è stato un costruttivo coinvolgimento dei clienti interni, attraverso dei focus group strutturati, nei quali si è ascoltata la loro voce;
  • Infine, il team ha attivato un modo di lavorare più fluido e integrato, fin da subito. A seguito del lavoro comune di questi 4 mesi delle persone di P&C e di quelle delle Divisioni operative, questa modalità è diventata un nuovo mindset che contribuisce a consolidare una cultura collaborativa e innovativa.

Cos’è la Metodologia FORTH?

FORTH è l’acronimo di un processo in 5 fasi:

Full Steam Ahead (avanti tutta): è la partenza con il Top Management e l’Innovation Team. Qual è l’obiettivo da raggiungere? Chi partecipa al progetto? L’obiettivo è condiviso da tutti? Quali sono i criteri valutativi?

Observe & Learn (osserva e Impara): è il momento di alzare lo sguardo e connettersi con il mercato. Si cercano le fonti di ispirazione per attivare un percorso di innovazione aperto, che faccia emergere il futuro. Il core team esce dall’azienda, parla direttamente con il cliente, si confronta con il mercato, conosce i trend, apre la mente.

Raise Ideas (scatena le idee): è la fase in cui si scatena il potenziale creativo delle persone e si tiene alta la motivazione. Si utilizza un mix di tecniche volto a sviluppare il pensiero divergente e quello convergente per dare organizzazione al processo creativo.

Test Ideas (testa le idee): si torna dal cliente: la sua voce è lo strumento di selezione più efficace per sperimentare i nuovi concept e farli diventare nuovi mercati. In che modo tali concept migliorano l’esperienza del cliente?

Homecoming (ritorno a casa): i 3-5 migliori concept innovativi diventano 3-5 nuovi business case, reali e concreti. Con il supporto delle funzioni aziendali interne, per ogni concept innovativo vengono simulati attrattività e fattibilità.

Nel nostro caso, dopo il kick off avevamo individuato 9 direzioni di idee, filoni su cui lavorare e sui quali abbiamo “alzato lo sguardo” andando a raccogliere la voce dei clienti interni ma anche esperienze di aziende in settori molto diversi dal nostro.

Nella fase di Raise Ideas abbiamo raccolto 604 idee dalle quali abbiamo ricavato 12 concept da testare e migliorare.

Dopo il test dei clienti e due workshop di miglioramento dei concept siamo arrivati a 4 concept sui quali verificare la fattibilità.

Dopo 4 mesi, 12 workshop e un bel percorso dei team trasversali, abbiamo presentato le nostre proposte ai vertici dell’azienda.

Ci aspetta ora il lavoro sull’implementazione, che beneficerà di un gruppo di persone che ha condiviso una modalità di lavorare insieme innovativa, uno scambio costruttivo di punti di vista, l’apertura all’esterno.