Milano. Torna l’appuntamento con “Contanimazioni”

assolombarda

Milano. Torna l’appuntamento con “Contanimazioni”

È tutto pronto per la terza edizione di Contanimazioni, l’innovativo evento sul modello del TedX che dal 2017 riunisce sullo stesso palcoscenico imprenditori, studiosi, artisti, professionisti e ospiti nazionali e internazionali provenienti da mondi diversi per discutere e approfondire un tema di interesse sociale e professionale, analizzandolo da differenti punti di vista. Se lo scorso anno il leitmotiv degli interventi e delle esperienze è stato “Il Successo”, i protagonisti di questa edizione cercheranno invece di analizzare il concetto di “Identità” attraverso un format interattivo e multidisciplinare pensato per dare stimoli allo sviluppo delle persone e delle organizzazioni.

L’edizione 2019, infatti, si intitola Identità, il coraggio di ri-conoscersi e si terrà il prossimo 27 settembre, dalle ore 9 alle 16, all’Auditorium Giò Ponti della Sede Assolombarda, in Via Pantano n° 9 ed è stato pensato e organizzato da Evidentia, società leader nel settore del management innovation e cambiamento culturale, con sedi a Milano e Roma. «Contanimazioni è un appuntamento annuale, centrato ogni volta su un tema di interesse collettivo, sociale e organizzativo che riteniamo sia di impatto nella vita di tutti i giorni, sia personale che professionale – spiega Maria Vittoria Colucci, partner di Evidentia che da tre anni organizza quest’evento -. Si tratta di una giornata speciale – prosegue la sua socia Anna Forciniti – per accogliere idee che provengano da diversi ambiti del sapere. Ambiti dai quali ci piace prendere a prestito vocabolari, stili di pensiero e modelli di azione e condividerli con il pubblico che parteciperà all’evento».

Durante la giornata, a cui si potrà partecipare gratuitamente dopo essersi registrati online, si alterneranno sul palco numerosi relatori illustri: dalla professoressa Maria Rita Parsi psicologa, psicoterapeuta e scrittrice che delineerà la cornice tecnica del tema parlando della costruzione dell’identità rispetto alla presenza del “nemico”, all’architetto Domenico Fucigna, partner di Tea – Trend Explorers Associated ed esperto di innovazione, che avrà il compito di delineare “Scenari e trend per le nostre diverse identità”. Siamo davvero tutti “replicanti”, così come raccontava il celeberrimo film “Blade Runner”, ambientato proprio nel 2019? Fucigna cercherà di rispondere al quesito puntando l’obiettivo su un futuro che vede sempre più minacciata l’identità a causa dell’omologazione nei brand e nelle abitudini di consumo attuali. Subito dopo sarà la volta del dott. Alessandro Bernardini, direttore Hr del Poligrafico e Zecca Dello Stato Italiano, che racconterà di come la sua azienda, in un percorso tra innovazione e tradizione, si sia reinventata e abbia valorizzato la propria identità aziendale sviluppando il Dna esistente. Al funambolo Andrea Loreni spetterà invece il compito di coinvolgere il pubblico in un’evocativa rappresentazione dell’identità come una corda tesa sul mondo.

«Quella di concentrarsi sul tema dell’identità, del resto, è stata per gli organizzatori di Contanimazioni 2019 una scelta quasi obbligata. Per noi – spiega poi Letizia Migliola – è un tema cruciale in questo periodo storico in cui sembra che parlare di identità significhi soprattutto sottolineare le distanze, le differenze, i distinguo. Ancora più cruciale – conclude poi l’ultima socia di Evidentia Laura Rossi – perché oggi risulta impopolare il concetto che riflettere e lavorare sulla propria identità vuol dire, invece, capire chi si vuole essere e cosa si vuole portare nel mondo. E che per questo, quando l’identità manca o viene negata, ci si sente persi».

Non mancherà, tra una sessione dei lavori e l’altra, un intervento delle quattro socie fondatrici di Evidentia, che condivideranno la propria esperienza nel rapporto con le organizzazioni di lavoro, intese come luoghi dove quotidianamente si riscontra sia la massima espressione dell’identità individuale che la sua negazione.

Nel pomeriggio due ulteriori interessanti momenti. Una “conversazione” tra brand per capire come nelle organizzazioni si sviluppa la propria distintività, animata dal giornalista Salvatore Giannella e che vedrà assieme a lui manager e rappresentanti di aziende pubbliche e private e di associazioni. Seguirà il dialogo tra Lorenzo Micheli, di Futura Italia, che lavora nell’ambito dell’educazione primaria e secondaria per integrare e innovare le occasioni di sviluppo di sé, a cui si deve l’ideazione degli hackathon per i licei, e Lucia Castellano, già direttrice del carcere di Bollate, ora Direttore Generale per l’Esecuzione Penale Esterna e di messa alla prova del Ministero della Giustizia, che dialogheranno sul tema “Identità in costruzione, identità negate” partendo dalle rispettive esperienze: da un lato quelle legate allo sviluppo dell’identità degli adolescenti, dall’altro quelle legate alla negazione dell’identità in un luogo di cancellazione delle individualità come il carcere.